Centri energetici (chakra) e cristalli


Le pietre e i cristalli agiscono su di noi con le vibrazioni cromatiche e le loro risonanze nel nostro corpo materiale e nella nostra coscienza, attraverso la sfera sottile dei nostri centri energetici.L’azione combinata delle forze prodotte dai nostri centri energetici e di quelle irradiate dalle pietre e dai cristalli purifica e carica tutto il sistema energetico del nostro corpo. Ma ricordiamo che attraverso i centri energetici le vibrazioni dei cristalli raggiungono anche la nostra psiche dove si condensano vibrazioni a frequenza più alta, che poi si manifestano e si esternano nei nostri sentimenti, e nella nostra mente, dove potenziano i nostri pensieri che diventano capaci di accedere alle dimensioni cosmiche. I centri energetici sono aree che trasformano le energie provenienti dallo spazio cosmico, adeguandole al nostro corpo e a tutte le altre dimensioni del nostro essere.

Queste energie sono sempre presenti, ma perché le loro vibrazioni possano essere utilizzate debbono essere trasformate in modo corrispondente alla nostra natura. Quindi, questi centri sono importanti trasformatori di energia per tutti i piani del nostro essere, sono commutatori e mediatori dell’energia vitale universale che ci tiene in vita. Ma sono anche luoghi che possono cedere energia consumata o non più rispondente alla nostra natura; nonché vettori delle informazioni provenienti dalle più diverse sfere del nostro essere.

Anche i centri energetici emettono vibrazioni con date frequenze differenziate in vari strati. Trasmettono le loro informazioni tramite vibrazioni cromatiche, per cui sono direttamente ricettivi alle vibrazioni cromatiche delle pietre e dei cristalli. Noi abbiamo, distribuiti nel nostro corpo, sette centri energetici principali e centri secondari corrispondenti ai palmi delle mani e alle piante dei piedi. Essi compiono funzioni per il corpo, per la psiche e per la mente. Ogni centro energetico ha una sua vibrazione fondamentale e compiti propri che corrispondono al colore del qua le esso è competente. Le vibrazioni dei centri energetici agiscono sia sui processi fisici sia sulle vie energetiche (meridiani) che attraversano il nostro corpo tramite le ghiandole endocrine. Ma coi loro colori essi influenzano anche i vari comparti della psiche, quindi influenzano il nostro atteggiamento mentale, i nostri pensieri.

Scelta dei cristalli Tanti sono i negozi specializzati, che espongono un gran numero di esemplari di minerali: può sembrare perciò difficile scegliere, tra tante pietre, quella che ci necessita in quel preciso momento.
Ma non saremo certo noi a fare questa scelta. Sarà il cristallo, che richiamerà la nostra attenzione, catturerà il nostro sguardo, e dentro di noi qualcosa ci dirà che quello è il “nostro”. Le pietre sono maestre di vita e si trovano sul nostro cammino, quando ne abbiamo bisogno.
Se dobbiamo acquistarne uno per regalarlo, pensiamo intensamente alla persona che lo riceverà, e il nostro intuito non ci farà sbagliare. Se ci è possibile, chiederemo poi a chi lo ha ricevuto un piccolo sacrificio rituale: quando siamo a contatto con le forze sottili ci deve essere sempre uno scambio di energia. Perciò, chi lo riceverà in regalo potrà fare una piccola offerta ad una associazione umanitaria, oppure acquistare a sua volta un cristallo da regalare e rimettere in circolo l’energia. I cristalli, prima di arrivare nei negozi specializzati, hanno fatto un lungo tragitto, durante il quale hanno subito molti traumi: sono stati strappati violentemente alla terra, trasportati da un luogo all’altro, passando di mano in mano, quindi messi sotto caldi riflettori dietro ai vetri dei negozi. Qui aspettano con impazienza e sofferenza di essere portati via.

Sappiate che una volta scelto, il cristallo è felice di appartenere finalmente a qualcuno. Non deludiamo le sue aspettative! “Lui” sa di essere ormai nostro ed entra in sintonia con noi, la sua influenza potrà cambiare la nostra vita, il nostro carattere e la nostra disponibilità nei confronti degli altri. Se sapremo averne cura, capire le sue esigenze, comprendere i suoi messaggi, rispettandolo ed amandolo, ci ricompenserà quando meno ce lo aspettiamo. I cristalli per uso personale devono essere tenuti in un luogo appartato dove nessuno può toccarli. Nel caso succedesse il contrario, è meglio purificarli.

Al contrario, pietre e cristalli per le terapie possono essere lasciati in vista e toccati da tutti: si possono tenere in un cestino, tutti insieme. “Loro” sono felici di stare uno accanto all’altro. In loro compagnia si possono mettere anche dei rametti di salvia e lavanda, o delle essenze o degli incensi di queste profumazioni, che hanno la proprietà di togliere le negativita' e di purificare. Può capitare che qualche cristallo si incrini o si rompa: in questo caso è molto probabile che sia stato sottoposto a un duro lavoro: ha dato tutto se stesso e poi si è spezzato. In questo caso è meglio non usarlo più per le terapie, ma tenerlo a riposo o restituirlo alla terra seppellendolo sotto le radici di una pianta, dove continuerà comunque a svolgere il suo lavoro aiutandola.

È importante sapere che, quando si lavora con i cristalli o comunque usando le forze sottili, bisogna essere molto onesti. L’importante è che ci sia sempre equilibrio e armonia. Dopo aver usato i cristalli, sia personalmente o per la terapia, è bene ringraziarli per il lavoro svolto e l’aiuto che ci hanno dato.

Nessun commento:

Posta un commento